PHPBBIntegrare PHPBB PHPFunzioni PHP CFunzioni C EcologiaLa mia ecologia   Chi siamoChi è Senamion HomeHome page corner Il Web e l'ecologia

Senamion


Chi siamo:

Il web e l'ecologia, condividere il web e un momento di riflessione sullo stato dell'ecologia e sul suo futuro

Google

Detrazioni 55% per il risparmio energetico anno 2011

8 Dicembre 2010 by Giovanni | Argomenti: none | 40212

La legge finanziaria approvata oggi estende le agevolazioni al 55% per il risparmio energetico anche per l’anno 2011.
La differenza principale é che per l’anno 2010 la detrazione al 55% veniva ripartita in 5 anni (in pratica per 5 anni si ottiene una detrazione dell’11% - 55% totale) mentre con il 2011 la detrazioni avviene in 10 anni (in pratica per 10 anni si ottiene una detrazione del 5.5% - 55% totale). La differenza, anche se può sembrare di poco conto, rende meno conveniente la detrazione in quanto l’effetto di rientro del capitale investito é più lento.

Le detrazioni al 55% riguardano lavori che permettono di ottenere un risparmio energetico nell’uso della propria abitazione, quindi che é chiaro che per valutarne la convenienza occorre anche tenere conto che nel tempo si otterranno anche i benefici del risparmio di energia (elettrica, metano, etc.)

I principali lavori che rientrano nelle detrazioni sono:

  • infissi - finestre: devono sottostare a determinati requisiti
  • caldaie a condensazione - solo per sostituzione di impianto esistente
  • tetto - la coinbentazione deve sottostare ai parametri di trasmittanza termica previsti dalla legge per le strutture opache orizzontali
  • cappotto termico - la coinbentazione deve sottostare ai parametri di trasmittanza termica previsti dalla legge per le strutture opache verticali
  • pannelli solari per la produzione di acqua calda
  • caldaie a biomassa

Provo qui a riepilogare cosa é necessario fare per ottenere le detrazioni per il risparmio energetico (detrazioni del 55%):

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 129 Commenti »

Mini eolico - Una storia e tante risposte

2 Dicembre 2010 by Giovanni | Argomenti: , , , | 4806


A differenza del fotovoltaico il mini-eolico è un sistema per la produzione di energia elettrica ancora poco conosciuto. Si parla tanto di eolico, di grandi pale sui monti e in mezzo al mare, ma il minieolico, che é un sistema molto più piccolo e meno impattante, ha tante potenzialità che andrebbero maggiormente sfruttate e conosciute.

Incuriosito sono andato a vedere un intervento di installazione di un impianto mini-eolico effettuato, insieme ad un’analisi del contesto, presso il Bed and Breakfast Villa Bergami, struttura edificata nel periodo 1929/1933 dalla famiglia Badano, originaria di Sassello, come rifugio estivo per sfuggire alla calura di Genova, città divenuta in quel periodo residenza della famiglia per motivi di lavoro.
L’edificio, edificato in zona panoramica in piena vista del paese, è stato progettato in stile art-deco’ con il suo susseguirsi di forme angolari e tonde e la sempre attenta ricerca della luce: lo stile tipico del periodo, ma senz’altro molto lontano da quello che sono gli standard di oggi orientati al risparmio energetico.
Non per nulla era una villa costruita per essere usata solo d’estate e che fu sfruttata anche d’inverno solo durante il triste periodo dell’ultima guerra mondiale.
Non è facile rendere “ecologico” un simile edificio (destinato a B&B solo nei mesi caldi in quanto non adeguatamente ed ecologicamente riscaldabile ai fini ricettivi), ma per quanto possibile, e senza interventi strutturali che lo avrebbero snaturato, sembra che i proprietari ci siano, almeno in parte, riusciti, con tante piccole attenzioni e una cura della casa che i gestori sono sempre lieti di presentare, insieme ai suoi due ettari di giardino, a chi ha il tempo e lo spirito di venire a scoprire questo prezioso angolo dell’Appennino Ligure, recentemente inserito nella ristretta cerchia dei Geoparchi da parte dell’Unesco.

Ma la domanda che i gestori si ponevano era come rendersi energeticamente autosufficienti? Il tetto ha purtroppo la falda esposta a sud coperta da un grande comignolo: questo ha fatto subito escludere un impianto fotovoltaico e ha orientato la famiglia - trattandosi di una zona che molto risente del vento di mare e un poco anche della tramontana - verso l’eolico. A ottobre 2010, dopo anni di difficili ricerche, trovati infine un serio fornitore e la giusta macchina è stato installato un generatore minieolico da 3,7 KW, il primo ad uso residenziale della provincia di Savona. Si tratta di un generatore eolico ad asse orizzontale (di gran lunga più produttivo dei tanto decantati ma decisamente modesti generatori ad asse verticale) di produzione spagnola (Siliken Wind) e della potenza nominale di 3,7 KW. Ha un rotore del diametro di 3,4m che, installato su un palo dipinto di verde alto 15m, risultato tutto sommato assai poco visibile da terra e di impatto quindi decisamente modesto. La rumorosità è pressoché inesistente (solo il palo, alle basse velocità, vibra un poco, e con vento più sostenuto lo stesso rumore del vento copre qualunque altro suono) ed è stato installato, per motivi di sicurezza e di tranquillità, in un plinto di calcestruzzo (armato) di 8mc annegando otto tirafondi alti ben 135 cm. Il palo, saldamente imbullonato, potrà liberamente vibrare per tutta la vita dell’aerogeneratore senza problemi di crepe nel plinto o di stabilità. Una scelta un po’ più costosa ma senz’altro obbligata per chi vuole fare installazioni serie e durature. Particolare da tenere presente perché non mancano in giro esempi di pali semplicemente annegati nel calcestruzzo, cosa consueta per elettrodotti o pali telefonici ma decisamente sconsigliabile per un generatore eolico. L’installazione è stata curata in tutto e per tutto dalla Arcadia Servizi di Sassello, piccola e neonata realtà locale che, grazie alla sua serietà, sta già portando avanti molti altri progetti. Tempo un anno si saprà con certezza quanta corrente potrà produrre nei 20 anni circa di funzionamento previsto.
Continua »

Pubblicato in La mia ecologia | Nessun Commento »

Rilasciato jQuery 1.4

15 Gennaio 2010 by Giovanni | Argomenti: none | 3726

Dal blog di jQuery abbiamo notizia che finalmente è rilasciato jQuery 1.4 che fa delle prestazioni il suo punto di forza:




Per chi lo usa intensivamente consiglio di controllare in questa pagina le incompatibilità con le versioni precedenti, non sono molte ma possono, in alcuni casi, creare dei problemi, in particolare bisogna controllare l’uso delle funzioni:

  • .add()
  • .clone()
  • .data()
  • .val()
  • .extend()

Continua »

Pubblicato in Jquery | Nessun Commento »

Jquery jSlider per trasformare le select in slider

16 Ottobre 2009 by Giovanni | Argomenti: , , , | 6126

jSlider è un plugin per jQuery che permette di trasformare delle semplici listbox HTML in bellissime slider, ossia barre scorrevoli con cui è possibile selezionare le opzioni desiderate.

Continua »

Pubblicato in Jquery | Nessun Commento »

jListbox: listbox con immagini e formattazione

8 Agosto 2009 by Giovanni | Argomenti: , | 4936

jListbox é un plugin per jquery che permette di applicare la formattazione alla list box html (select).

L’effetto è il seguente:
Continua »

Pubblicato in Jquery | Nessun Commento »

Detrazione per acquisto mobili, elettrodomestici, televisori e computer

17 Luglio 2009 by Giovanni | Argomenti: none | 10574

E’ finalmente uscita la circolare (PDF) dell’Agenzia delle Entrate riguardante le detrazioni per l’acquisto di mobili, elettrodomestici ad alta efficienza energetica, apparecchi televisivi e computer.
Ecco i punti salienti:

SOGGETTI CHE POSSONO BENEFICIARE DELLA DETRAZIONE
Coloro che hanno fatto richiesta della detrazione al 36% e hanno inviato la comunicazione al Centro Operativo di Pescara con data inizio lavori successiva al 1/7/2008. Questi prima di poter usufruire della detrazione per mobili, elettrodomestici, tv e computer devono effettivamente aver effettuato anche spese relative alla ristrutturazione

INTERVENTI EDILIZI CHE COSTITUISCONO IL PRESUPPOSTO PER LA DETRAZIONE
Sono quelli previsti per il 36% esclusi i lavori condominiali, in pratica:

  • manutenzione straordinaria, di cui alla lett. b) dell’art. 31 della Legge 5 agosto 1978, n. 457;
  • restauro e di risanamento conservativo, di cui alla lett. c) dell’art. 31 della Legge 5 agosto 1978, n. 457;
  • ristrutturazione edilizia, di cui alla lett. d) dell’art. 31 della Legge 5 agosto 1978, n. 457.

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico | 5 Commenti »

Laboratorio per autocostruirsi pannelli solari

16 Giugno 2009 by Giovanni | Argomenti: none | 6022


Laboratorio autocostruzione pannelli solari

A Milano, in Via Sapri 14/2, LibLab organizza per domenica 17 maggio 2009, dalle ore 10.00 alle 16.00, un laboratorio per l’autocostruzione di pannelli solari al costo di 75 euro.
Continua »

Pubblicato in La mia ecologia | 2 Commenti »

Detrazioni 55% risparmio energetico 2009

8 Maggio 2009 by Giovanni | Argomenti: none | 88241

Finalmente dopo tanta attesa arriva da parte dell’Agenzia delle Entrate il modulo previsto dalla finanziaria 2009.
Il modulo con le iscrizioni è scaricabile a questa pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Vediamo in sintesi quali sono le novità:
Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 532 Commenti »

Riuso componenti elettronici

7 Maggio 2009 by Giovanni | Argomenti: , , , | 5041

Capita spesso di trovarsi con oggetti elettronici vecchi che non usiamo più, vuoi perchè rotti, vuoi perchè li abbiamo sostituiti con oggetti più moderni. Computer, telefonini, macchine fotografiche. Tutti oggetti che dopo qualche anno diventano obsoleti e riempiono le nostre cantine.

Il consorzio che si occupa (o dovrebbe occupare) dello smaltimento dei rifiuti elettronici è il RAEE, il sito però non è di grande aiuto, personalmente non sono riuscito a trovare neanche una mappa dei luoghi dove poter portare i propri rifiuti elettronici.

Esiste un metodo ancora migliore del riciclo, il riuso. Nel riuso infatti l’oggetto non viene smaltito ma semplicemente riutizzato (magari una volta aggiustato o aggiornato).

Ecco allora una scheda per capire come muoversi se si vuole fare riuso.

Componenti elettronici

Freecycle

Freecycle - RiusoFreecycle™ è un’organizzazione dedicata a tutti coloro che preferiscono “riciclare” un oggetto anziché gettarlo via. Gli iscritti possono inviare messaggi per oggetti di ogni tipo, che si tratti di una sedia, di un pianoforte o di una vecchia porta. Freecycle è anche un luogo ideale dove scovare oggetti interessanti.

Freecycle si propone di mettere in contatto utenti… La sezione italiana di Freecycle è presente nelle seguenti città:
Continua »

Pubblicato in La mia ecologia | Nessun Commento »

Nucleare si o no?

3 Marzo 2009 by Giovanni | Argomenti: none | 8558

Pubblicità sul nucleareQuando ci si chiede se una nazione o un gruppo e pro o contro il nucleare bisognerebbe anche capire come sia arrivato a quelle condizioni. Che il referendum del 8-9 novembre 1987 con cui (semplificando) si è deciso contro il nucleare sia figlio in qualche modo della tragedia di Černobyl’ avvenuto il 26 aprile 1986 è evidente visto che si parla di meno di un anno di distanza, però è sempre vero che le nostre posizioni sono influenzate da tanti fattori.
Tra questi la pubblicità più o meno evidente.

Ed ecco che in Belgio, ho potuto fotografare l’immagine che si vede ad inizio articolo, facente parte di una martellante campagna pubblicitaria per stimolare la discussione sul nucleare puntando su un sito apposito.
Ricordo che in Belgio il nucleare, con le sue 7 centrali, copre quasi il 60% del fabbisogno elettrico ma che al momento è bloccata la costruzione di nuove centrali e che è in discussione la possibilità di non ricostruire le centrali che arriveranno a fine vita.

Ma vediamo cosa dicono le immagini pubblicitarie:

Pro Contro
Siete a favore dell’energia nucleare perchè costa meno cara Siete a contro l’energia nucleare perchè costa più cara
Siete a favore dell’energia nucleare perchè volete l’energia il 100% del tempo Siete a contro l’energia nucleare perchè volete l’energia 100% verde
Siete a favore dell’energia nucleare perchè costa meno cara Siete a contro l’energia nucleare perchè costa più cara
Siete a favore dell’energia nucleare perchè pensate al futuro Siete a contro l’energia nucleare perchè pensate al passato
Siete a favore dell’energia nucleare perchè confidate nella tecnologia Siete a contro l’energia nucleare perchè la tecnologia non è infallibile
Siete a favore dell’energia nucleare perchè pensate alle emissioni di CO2 Siete a contro l’energia nucleare perchè pensate ai rifiuti radiottivi

Continua »

Pubblicato in La mia ecologia | 3 Commenti »

Detrazioni 55% per risparmio energetico affossate!

1 Dicembre 2008 by Giovanni | Argomenti: none | 52657

Oggi 3 dicembre Tremonti ha ammesso che “la retroattività non ci può essere e il Parlamento la correggerà”, ma ha anche aggiunto: “Per il futuro voglio ribadire un criterio: i crediti di imposta non sono e non possono essere un bancomat. Troppe volte sono stati utilizzati come bancomat”.
Una buona notizia e una cattiva. La buona è che la rete con la sua mobilitazione è riuscita a far stornare la parte di norma che limitava anche per il 2008 l’accesso alle detrazioni, quindi per chi i lavori li aveva già effettuati.
La brutta notizia è l’affossamento futuro delle detrazioni. Primo perchè se venissero mantenuti gli stessi plafond di spesa sappiamo già che non sono sufficienti. Secondo perchè comunque nessuno s’imbarcherebbe in una spesa in base a detrazioni che non sono certe.
Bisogna lottare ancora affinchè si torni alla vecchia norma!

Il punto saliente della manovra antipro-crisi del governo: affossate le detrazioni al 55% per il risparmio energetico (infissi, caldaie a condensazione, biomassa, coinbentazione, pannelli solari).
Ecco l’articolo incriminato (art. 29, commi dal 6 all’11):

6. Le detrazioni di cui all’articolo 1, commi da 344 a 347, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, come prorogate dall’articolo 1, comma 20, della legge 28 dicembre 2007, n. 244, sono confermate, fermi restando i requisiti e le condizioni previste nelle norme sopra richiamate nonché nel decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico 19 febbraio 2007, secondo le disposizioni del presente articolo.

7. Per le spese sostenute nei tre periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2007, i contribuenti inviano alla Agenzia delle entrate, esclusivamente in via telematica, anche mediante i soggetti di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e successive modificazioni, apposita istanza per consentire il monitoraggio della spesa e la verifica del rispetto dei limiti di spesa complessivi pari a 82,7 milioni di euro per l’anno 2009, a 185,9 milioni di euro per l’anno 2010, e 314,8 milioni di euro per l’anno 2011. L’Agenzia delle entrate esamina le istanze secondo l’ordine cronologico di invio delle stesse e comunica, esclusivamente in via telematica, entro 30 giorni dalla ricezione dell’istanza, l’esito della verifica stessa agli interessati. La fruizione della detrazione è subordinata alla ricezione dell’assenso da parte della medesima Agenzia. L’assenso si intende non fornito decorsi 30 giorni dalla presentazione dell’istanza senza esplicita comunicazione di accoglimento da parte dell’Agenzia delle entrate.

8. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto e da pubblicare sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate è approvato il modello da utilizzare per presentare l’istanza di cui al comma 7, contenente tutti i dati necessari alla verifica dello stanziamento di cui al medesimo comma 7, ivi inclusa l’indicazione del numero di rate annuali in cui il contribuente sceglie di ripartire la detrazione spettante.

9. Per le spese sostenute nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, l’istanza di cui al comma 7 è presentata a decorrere dal 15 gennaio 2009 e fino al 27 febbraio 2009. Per le spese sostenute nei due periodi d’imposta successivi, l’istanza è presentata a decorrere dal 1° giugno e fino al 31 dicembre di ciascun anno.

10. I contribuenti persone fisiche che, per le spese sostenute nell’anno 2008 per gli interventi di cui all’articolo 1, commi da 344 a 347, della citata legge n. 296 del 2006, non presentano l’istanza di cui al comma 7 o ricevono la comunicazione di diniego da parte dell’Agenzia delle entrate in ordine alla spettanza delle detrazioni di cui al comma 6, beneficiano di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, pari al 36% delle spese sostenute, sino ad un importo massimo delle stesse pari a 48.000 euro per ciascun immobile, da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.

11. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da pubblicare sul sito Internet della medesima Agenzia è comunicato l’esaurimento degli stanziamenti di cui al comma 6.

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico | 683 Commenti »

Dormire Eco

24 Ottobre 2008 by Giovanni | Argomenti: none | 3569

Leggo nel comunicato stampa di lancio di un portale di bed and breakfast ecologici:

Abbiamo pensato a questo portale nell’intento di fornire uno stimolo in più per adottare comportamenti corretti nei confronti dell’ambiente.
Sia che si tratti di una buona abitudine da mantenere anche in viaggio come l’occasione per interessarsi a questi temi per la prima volta, ricercare il proprio alloggio su EcoBB vuole dire scegliere tra strutture capaci di investire in termini nel futuro del nostro pianeta.

E mi chiedo quante persone possano essere davvero interessate alla ricerca di un alloggio ecologico al di là della moda del momento, come quella del resort più ecologico del mondo che sa tanto di luogo per ricchi snob che vi si recano con il jet privato consumando e inquinando più che se fossero andati in un luogo non-eco ma più vicino.
Continua »

Pubblicato in La mia ecologia | 1 Commento »

« Articoli Precedenti