PHPBBIntegrare PHPBB PHPFunzioni PHP CFunzioni C EcologiaLa mia ecologia   Chi siamoChi è Senamion HomeHome page corner Il Web e l'ecologia

Senamion


Chi siamo:

Il web e l'ecologia, condividere il web e un momento di riflessione sullo stato dell'ecologia e sul suo futuro

Google

Gli asini che salveranno il mondo

2 Gennaio 2007 by Giovanni | Argomenti: , , | 3633

Il comune di Castelbuono si trova in Sicilia, in provincia di Palermo, non lontano dal mare e ai piedi delle Madonie. Ci sono poco meno di 10.000 abitanti e un sindaco con un’idea ecologica: inserire gli asini in un progetto ecologico!
L’idea è semplice e apparentemente dovrebbe dare ottimi risultati. Si tratta di sostituire ai normali mezzi di trasporto per la spazzatura, gli asini.

Può sembrare strano ma se i numeri citati dal comune sono veri si tratta di un vero e proprio risparmio economico, oltre che ecologico. E sappiamo tutti di quanto sia importante che l’ecologia sia anche economia.

Ma guardiamo i numeri di questo progetto: in pratica ogni 2 furgoni verranno utilizzati 3 asini.
I costi dovrebbero passare (per blocco di 3 asini / 2 furgoni) da circa 130.000 euro (30.000 costo di acquisto + 7.000 costo di manutenzione annuo x 5 anni x 2 furgoni) a circa 34.500 euro (1.500 costo di acquisto + 2.000 euro di “manutenzione” x 5 anni x 3 asini).

Ma leggiamo direttamente i dati nell’articolo:

Ecco allora l’idea di utilizzare come mezzi di trasporto gli asini per continuare a operare in modo da consegnare un mondo migliore ai nostri figli (in questi giorni stiamo effettuando le prove): con il loro lavoro sostituiscono gli inquinanti e rumorosi furgoni a gasolio. Utilizzando gli asini al posto dei furgoni, oltre ad avere un risparmio economico diretto (un furgone costa € 30.000,00 si ammortizza in cinque anni e poi si deve sostituire), un Asino di 3/5 anni costa da 700 a 1.500 € e si deve sostituire solo quando diventa anziano e non può più lavorare. Un furgone ogni anno ha un costo di € 7.000/8.000, tra assicurazione, bollo, manutenzione e gasolio; un asino tra alimentazione e ricovero in stalla, più pulizia e attrezzatura, costa € 2000. Inoltre si potrebbe chiedere (di istituire per legge) il rilascio di certificati verde per ogni asino utilizzato, con un contributo, il doppio in rapporto al risparmio energetico avuto.
La domanda che può sorgere spontanea è: per sostituire un furgone quanti asini ci vogliono? Noi prevediamo che due mezzi possano essere sostituiti da tre animali e che gli operai impegnati si riducano da quattro a tre.

A volta si fanno grandi progetti con risultati solo parziali: pannelli fotovoltaici, energie alternative con un rendimento bassissimo. Poi basta trovare un’idea semplice ed efficace. Proprio una bella idea, vero?

Pubblicato in La mia ecologia |

Scrivi un commento