PHPBBIntegrare PHPBB PHPFunzioni PHP CFunzioni C EcologiaLa mia ecologia   Chi siamoChi è Senamion HomeHome page corner Il Web e l'ecologia

Senamion


Chi siamo:

Il web e l'ecologia, condividere il web e un momento di riflessione sullo stato dell'ecologia e sul suo futuro

Google

Ritorna la macchina ad aria compressa?

7 Febbraio 2007 by Giovanni | Argomenti: , , | 8627

Auto ad ariaIl comunicato stampa del ri-lancio dell’auto ad aria compressa è datato 5 febbraio e recita così:

MUMBAI, February 5, 2007: Tata Motors, in keeping with its role as the leading
company in India for automotive R&D, has signed an agreement, in yet another exciting
engineering and development effort, with MDI of France for application in India of MDI’s
path-breaking technology for engines powered by air.


MDI è la casa francese che ha il brevetto della vettura ad aria compressa. Quest’auto, chiamata Eolo, è stata inventata da Guy Nègre e utilizza l’espansione dell’aria come vettore di energia, aria che viene utilizzata per muovere un pistone collegati ad un albero. Le prestazioni dichiarate, per vetture ecologiche di questo tipo, sono ottime:

  • emissioni zero
  • velocità 110 km/h
  • autonomia 200 km nell’uso cittadino

Di questo progetto si parla almeno da 10 anni. Nel 1997 sembrava in procinto di andare in produzione. Nel 2001 ne parlano un po’ tutti i giornali. Ricordo che mi sembrava impossibile che un’idea così bella stesse andando in produzione. I giornali, repubblica compreso, parlavano dell’apertura di 10 stabilimenti e dell’inizio produzione entro un anno. I numeri erano poco probabili (un anno per iniziare la produzione? 10 stabilimenti costruiti così senza colpo ferire?) però l’idea sembrava veramente “possibile”. Forse uno dei sogni primordiali dell’uomo, poter muoversi grazie all’aria.

Questo nuovo accordo è proprio fresco di stampa. Tata Motors è un colosso industriale di cui fidarsi. E anche sul loro sito è presente il comunicato stampa.

Adesso non ci rimane che cullarci nel sogno della vettura ad aria con una domanda in testa: “e i grossi interessi petroliferi?”

Pubblicato in La mia ecologia |

11 Commenti a “Ritorna la macchina ad aria compressa?”

  1. Fabio scrive:

    Avevo letto la notizia anche su Repubblica di oggi.
    Se questo progetto andasse in porto Guy Nègre dovrebbe ricevere almeno il Nobel.
    Speriamo che questa sia la volta buona…

    Ciao

  2. Giovanni scrive:

    Ma tu ricordi anni fa quando se ne parlava?
    Il mio scetticismo è proprio dovuto ai toni trionfalistici di allora.
    Speriamo bene, davvero! Allora altro che Nobel!

  3. GIOVANNI scrive:

    SOLO UNA PICCOLA DOMANDA: CHI LA COMPRIME L’ARIA? QUALCUNO HA SCOPERTO SERBATOI SOTTERRANEI DI ARIA COMPRESSA? O SCHIAVI DA ATTACCARE AL MANTICE? O USIAMO UN COMPRESSORE ELETTRICO LA NOTTE, NEL QUAL CASO ABBIAMO SOLO SPOSTATO IL PROBLEMA DI QUALCHE KILOMETRO?

  4. Giovanni scrive:

    Si, ma è la stessa cosa dei mezzi elettrici (e di quelli futuribili a idrogeno). Però in questo caso rispetto ai mezzi elettrici le prestazioni sembrano ottime. Ma questa macchina non si è mai vista…

  5. claudia scrive:

    Io penso che qualsiasi cosa che cominci a far scendere i costi della vita quotidiana (benzina, assicurazioni sicuramente + basse, ecc) debba essere immediatamente adottata. Penso inoltre che finalmente lo Stato si è accorto di dover incentivare il rispermio energetico, molto probabilmente farà lo stesso con i mezzi di trasporto.
    Forse un giorno non troppo lontano ci sarà qualcuno che inizierà a vendere l’acqua a peso di non sò quale preziosità, ma mi viene difficile immaginare qualcuno che si metta a vendere aria. Mi domando quindi:
    dove e quando si potrà acquistare un mezzo di trasporto di questo genere?
    Quanto costa? Se penso a tutti i soldi che ho BRUCIATO chissà quante macchine ad aria compressa mi potrò comprare!

  6. Giovanni scrive:

    Comprimere l’aria avrà un costo sia economico che energetico. Come l’idrogeno e le batterie delle macchine elettriche anche l’aria compressa serve per immagazzinare energia.
    Il bello di questa auto sembrano essere le prestazioni!

  7. leonardo scrive:

    ma figuriamoci se un macchina del genere viene commercializzata!!! Poi Bush a chi la fa la guerra???? alle montagne dove l’aria è più fine….?

  8. ciccio scrive:

    Dato che l’ossigeno è una sostanza paramagnetica
    per scindere l’ossigeno dell’acqua da l’idrogeno
    il campo magnetico indebolisce il legame è diventa
    conveniente produrre idrogeno per auto .

  9. andrea scrive:

    http://www.aspoitalia.net/documenti/bardi/eolo.html

    …consiglio una lettura veloce di questa pagina…

  10. ciccio scrive:

    io penso che far partire un progetto cosi importante per la pulizia dell\’atmosfera e per l\’economia mondiale sia troppo difficile perche ci sono troppi interessi di consequenza i ricconi metteranno come si suol dire il bastone fra le ruote

  11. sathya tezzoni scrive:

    avevate ragione ma se solo sapete una cosa:-secondo voi gli interessi non solo delle compagnie petrolifere ma anche delle auto veture se solo capite i capitali che ci perderebbero ?…

    14 OTTOBRE 2008 ALIENI EMISFERO SUD LIGHT COMPANI !!

Scrivi un commento