PHPBBIntegrare PHPBB PHPFunzioni PHP CFunzioni C EcologiaLa mia ecologia   Chi siamoChi è Senamion HomeHome page corner Il Web e l'ecologia

Senamion


Chi siamo:

Il web e l'ecologia, condividere il web e un momento di riflessione sullo stato dell'ecologia e sul suo futuro

Google

Detrazioni 55% per il risparmio energetico anno 2011

8 Dicembre 2010 by Giovanni | Argomenti: none | 47625

La legge finanziaria approvata oggi estende le agevolazioni al 55% per il risparmio energetico anche per l’anno 2011.
La differenza principale é che per l’anno 2010 la detrazione al 55% veniva ripartita in 5 anni (in pratica per 5 anni si ottiene una detrazione dell’11% - 55% totale) mentre con il 2011 la detrazioni avviene in 10 anni (in pratica per 10 anni si ottiene una detrazione del 5.5% - 55% totale). La differenza, anche se può sembrare di poco conto, rende meno conveniente la detrazione in quanto l’effetto di rientro del capitale investito é più lento.

Le detrazioni al 55% riguardano lavori che permettono di ottenere un risparmio energetico nell’uso della propria abitazione, quindi che é chiaro che per valutarne la convenienza occorre anche tenere conto che nel tempo si otterranno anche i benefici del risparmio di energia (elettrica, metano, etc.)

I principali lavori che rientrano nelle detrazioni sono:

  • infissi - finestre: devono sottostare a determinati requisiti
  • caldaie a condensazione - solo per sostituzione di impianto esistente
  • tetto - la coinbentazione deve sottostare ai parametri di trasmittanza termica previsti dalla legge per le strutture opache orizzontali
  • cappotto termico - la coinbentazione deve sottostare ai parametri di trasmittanza termica previsti dalla legge per le strutture opache verticali
  • pannelli solari per la produzione di acqua calda
  • caldaie a biomassa

Provo qui a riepilogare cosa é necessario fare per ottenere le detrazioni per il risparmio energetico (detrazioni del 55%):

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 129 Commenti »

Detrazione per acquisto mobili, elettrodomestici, televisori e computer

17 Luglio 2009 by Giovanni | Argomenti: none | 13241

E’ finalmente uscita la circolare (PDF) dell’Agenzia delle Entrate riguardante le detrazioni per l’acquisto di mobili, elettrodomestici ad alta efficienza energetica, apparecchi televisivi e computer.
Ecco i punti salienti:

SOGGETTI CHE POSSONO BENEFICIARE DELLA DETRAZIONE
Coloro che hanno fatto richiesta della detrazione al 36% e hanno inviato la comunicazione al Centro Operativo di Pescara con data inizio lavori successiva al 1/7/2008. Questi prima di poter usufruire della detrazione per mobili, elettrodomestici, tv e computer devono effettivamente aver effettuato anche spese relative alla ristrutturazione

INTERVENTI EDILIZI CHE COSTITUISCONO IL PRESUPPOSTO PER LA DETRAZIONE
Sono quelli previsti per il 36% esclusi i lavori condominiali, in pratica:

  • manutenzione straordinaria, di cui alla lett. b) dell’art. 31 della Legge 5 agosto 1978, n. 457;
  • restauro e di risanamento conservativo, di cui alla lett. c) dell’art. 31 della Legge 5 agosto 1978, n. 457;
  • ristrutturazione edilizia, di cui alla lett. d) dell’art. 31 della Legge 5 agosto 1978, n. 457.

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico | 5 Commenti »

Detrazioni 55% risparmio energetico 2009

8 Maggio 2009 by Giovanni | Argomenti: none | 95514

Finalmente dopo tanta attesa arriva da parte dell’Agenzia delle Entrate il modulo previsto dalla finanziaria 2009.
Il modulo con le iscrizioni è scaricabile a questa pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Vediamo in sintesi quali sono le novità:
Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 532 Commenti »

Detrazioni 55% per risparmio energetico affossate!

1 Dicembre 2008 by Giovanni | Argomenti: none | 59164

Oggi 3 dicembre Tremonti ha ammesso che “la retroattività non ci può essere e il Parlamento la correggerà”, ma ha anche aggiunto: “Per il futuro voglio ribadire un criterio: i crediti di imposta non sono e non possono essere un bancomat. Troppe volte sono stati utilizzati come bancomat”.
Una buona notizia e una cattiva. La buona è che la rete con la sua mobilitazione è riuscita a far stornare la parte di norma che limitava anche per il 2008 l’accesso alle detrazioni, quindi per chi i lavori li aveva già effettuati.
La brutta notizia è l’affossamento futuro delle detrazioni. Primo perchè se venissero mantenuti gli stessi plafond di spesa sappiamo già che non sono sufficienti. Secondo perchè comunque nessuno s’imbarcherebbe in una spesa in base a detrazioni che non sono certe.
Bisogna lottare ancora affinchè si torni alla vecchia norma!

Il punto saliente della manovra antipro-crisi del governo: affossate le detrazioni al 55% per il risparmio energetico (infissi, caldaie a condensazione, biomassa, coinbentazione, pannelli solari).
Ecco l’articolo incriminato (art. 29, commi dal 6 all’11):

6. Le detrazioni di cui all’articolo 1, commi da 344 a 347, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, come prorogate dall’articolo 1, comma 20, della legge 28 dicembre 2007, n. 244, sono confermate, fermi restando i requisiti e le condizioni previste nelle norme sopra richiamate nonché nel decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico 19 febbraio 2007, secondo le disposizioni del presente articolo.

7. Per le spese sostenute nei tre periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2007, i contribuenti inviano alla Agenzia delle entrate, esclusivamente in via telematica, anche mediante i soggetti di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e successive modificazioni, apposita istanza per consentire il monitoraggio della spesa e la verifica del rispetto dei limiti di spesa complessivi pari a 82,7 milioni di euro per l’anno 2009, a 185,9 milioni di euro per l’anno 2010, e 314,8 milioni di euro per l’anno 2011. L’Agenzia delle entrate esamina le istanze secondo l’ordine cronologico di invio delle stesse e comunica, esclusivamente in via telematica, entro 30 giorni dalla ricezione dell’istanza, l’esito della verifica stessa agli interessati. La fruizione della detrazione è subordinata alla ricezione dell’assenso da parte della medesima Agenzia. L’assenso si intende non fornito decorsi 30 giorni dalla presentazione dell’istanza senza esplicita comunicazione di accoglimento da parte dell’Agenzia delle entrate.

8. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto e da pubblicare sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate è approvato il modello da utilizzare per presentare l’istanza di cui al comma 7, contenente tutti i dati necessari alla verifica dello stanziamento di cui al medesimo comma 7, ivi inclusa l’indicazione del numero di rate annuali in cui il contribuente sceglie di ripartire la detrazione spettante.

9. Per le spese sostenute nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, l’istanza di cui al comma 7 è presentata a decorrere dal 15 gennaio 2009 e fino al 27 febbraio 2009. Per le spese sostenute nei due periodi d’imposta successivi, l’istanza è presentata a decorrere dal 1° giugno e fino al 31 dicembre di ciascun anno.

10. I contribuenti persone fisiche che, per le spese sostenute nell’anno 2008 per gli interventi di cui all’articolo 1, commi da 344 a 347, della citata legge n. 296 del 2006, non presentano l’istanza di cui al comma 7 o ricevono la comunicazione di diniego da parte dell’Agenzia delle entrate in ordine alla spettanza delle detrazioni di cui al comma 6, beneficiano di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, pari al 36% delle spese sostenute, sino ad un importo massimo delle stesse pari a 48.000 euro per ciascun immobile, da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.

11. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da pubblicare sul sito Internet della medesima Agenzia è comunicato l’esaurimento degli stanziamenti di cui al comma 6.

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico | 683 Commenti »

Decreto attuativo 2008 legge risparmio energetico (55%)

21 Aprile 2008 by Giovanni | Argomenti: none | 60414

Attenzione!!! Considerato che con il decreto anti-crisi (decreto legge n. 185/2008) diventa praticamente impossibile ottenere le detrazioni rimandiamo ogni commento all’apposito articolo.

E’ uscito il nuovo decreto attuativo per la legge sul risparmio energetico con le modifiche legate alla finanziaria 2008.
Il decreto è scaricabile in formato PDF.

Ricordo che seguendo questo link potrete trovare una serie di articoli riguardanti le detrazioni.

Cerchiamo di focalizzare sui punti chiave, oggetto del nuovo decreto. Ho evidenziato quelle che sono le domande ricorrenti al fine di far notare come questo decreto dia una risposta a molti quesiti.

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico | 131 Commenti »

Agevolazioni al 55% per il risparmio energetico prorogate 2008-2010

21 Dicembre 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 93395

Attenzione!!! Considerato che con il decreto anti-crisi (decreto legge n. 185/2008) diventa praticamente impossibile ottenere le detrazioni rimandiamo ogni commento all’apposito articolo.

Finanziaria 2008 Risparmio energeticoFinalmente oggi la finanziaria 2008 è stata approvata e con essa la proroga per ulteriori 3 anni delle agevolazioni per il risparmio energetico.
Per scaricare la versione completa PDF della finanziaria potete andare sul sito del Governo.
Ma vediamo i punti di particolare interesse e le novità, relative alle detrazioni al 55% per il risparmio energetico:

  1. è stata finalmente pubblicata la tabella corretta delle trasmittanze termiche delle superfici orizzontali
  2. è stata data (direi a grande richiesta) la possibilità di ripartire le detrazioni in un numero di anni compreso tra 3 e 10, soddisfando quindi le esigenze di chi ha redditi ridotti
  3. le disposizioni di cui al citato comma 347 si applicano anche alle spese per la sostituzione intera o parziale di impianti di climatizzazione invernale non a condensazione, sostenute entro il 31 dicembre 2009 - in questo caso si spera che significhi che è possibile installare impianti anche non a condensazione, anche se sembrerebbe che si possono sostituire solo impianti non a condensazione
  4. per il comma 344 i limiti da rispettare verranno definiti con un decreto del Ministro dello sviluppo economico entro il 28 febbraio 2008 (speriamo!)
  5. per gli interventi di sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari e per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda non è più necessaria la certificazione energetica
  6. dal punto sopra si deduce che per l’installazione di caldaie questa è ancora necessaria
  7. Ecco, comunque, il testo completo delle modifiche apportate.
    Speriamo di avere presto delucidazioni dall’Agenzia delle Entrate!
    Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 540 Commenti »

Finanziaria 2007: detrazioni del 55% anche per le caldaie a biomassa

17 Settembre 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 40679

BiomassaGrazie alle FAQ (documento PDF) presenti sul sito dell’ENEA (ed al nostro lettore Jacopo), ho scoperto che l’ENEA ritiene le caldaie a biomassa, anche se non a condensazione, detraibili al 55% utilizzando il comma 344 della finanziaria 2007.
La notizia non può che fare piacere in quanto la biomassa, soprattutto nei luoghi di produzione, è un combustibile doppiamente ecologico in quanto si riproduce da se’ e lo si ottiene senza necessità di trasporto. Pensiamo, ad esempio, ad una casa in campagna.
Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 72 Commenti »

Finanziaria 2007: decreto attuattivo risparmio energetico

21 Febbraio 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 84053

Attenzione!!! Considerato che con il decreto anti-crisi (decreto legge n. 185/2008) diventa praticamente impossibile ottenere le detrazioni rimandiamo ogni commento all’apposito articolo.

Considerato il grande interesse riguardante la finanziaria 2007 per il risparmio energetico pubblico il decreto attuativo al cui interno sono presenti alcune delucidazioni su argomenti non chiariti dalla finanziaria. Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 1,054 Commenti »

Finanziaria 2007: a chi spettano le detrazioni al 55%

25 Gennaio 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 148131

Visto l’interesse suscitato dalle norme della finanziaria che permettono di ottenere una detrazione IRPEF del 55% in caso di interventi per favorire il risparmio energetico ritengo sia utile un piccolo promemoria riguardante i diritti e doveri per ottenere l’agevolazione.

Chi può fruire dell’agevolazione:

  • il proprietario o titolare di altro diritto reale sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese;
  • il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento purché sostenga le spese, le fatture e i bonifici siano a lui intestati e purché la condizione di convivente o comodatario sussista al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori.

Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 1,073 Commenti »

Finanziaria 2007: 55% per caldaie a condensazione, come funzionano e quanto costano

13 Gennaio 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 269032

Attenzione!!! Considerato che con il decreto anti-crisi (decreto legge n. 185/2008) diventa praticamente impossibile ottenere le detrazioni rimandiamo ogni commento all’apposito articolo.

Abbiamo già visto che con la finanziaria 2007 è possibile usufruire di detrazioni del 55 per cento in 3 anni per alcuni interventi di riduzione dei consumi energetici. Tra questi c’è anche la sostituzione di una caldaia “classica” con una caldaia a condensazione. Cerchiamo di capire meglio cosa sono le caldaie a condensazione, quanto costano e che rientro economico se ne può ottenere.
Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 848 Commenti »

Finanziaria 2007: Cos’è la certificazione energetica?

12 Gennaio 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 130199

Classe di certificazione energetica
Le agevolazioni del 55 per cento approvate nella finanziaria 2007 per la riduzione dei consumi energetici hanno portato in auge le parole “certificazione energetica” e “certificato energetico“. Vediamo di capire un po’ meglio di cosa si tratta.

In pratica è un certificato, un documento, da cui è possibile capire come è realizzato, dal punto di vista dei consumi, un edificio. Semplificando si può paragonare alla targhetta colorata che troviamo attaccata negli elettrodomestici in vendita e dai cui riusciamo a capire (in base alle lettere e ai colori) se quell’elettrodomestico consuma molto o poco.
Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 776 Commenti »

Finanziaria 2007: Contributi nuove costruzioni ecologiche

10 Gennaio 2007 by Giovanni | Argomenti: none | 52152

Abbiamo già visto, in un precedente post, le norme della finanziaria sulla riduzione dei consumi nelle case che prevedono detrazioni del 55% in 3 anni, in questo articolo guardiamo cosa dice la Finanziaria 2007 (PDF) riguardo le nuove costruzioni con consumi ridotti.
Continua »

Pubblicato in Finanziaria Risparmio Energetico, La mia ecologia | 334 Commenti »

« Articoli Precedenti